2013 PRICE REDUCTION!!!
U.S. VENICE BIENNIAL PAVILION PROPERTY FACT SHEET

LG Williams For Sale By Artist 2013 750px

Click here for printable version
.

2011 ArtBahrain.org

2011 ArtBahrain.org News Highlights LG Williams
.

2011 Art Fag City + Paddy Johnson

2011 Art Fag City + Paddy Johnson
.

2011 U.S. Venice Biennial Pavilion Property Fact Sheets

2001 LG Williams For Sale By Artist
.
.
2011 LG Williams For Sale By Artist Flyer
.

2011 Press Release — For Immediate Release

Click here for printable version

American Artist Attempts To Sell
U.S. Venice Biennial Pavilion To Pay U.S. Debt

By Noemi Letizia, Staff Writer

MILAN — For the last three years Honolulu based artist LG Williams has been supporting himself by selling real estate. So when he was invited to participate in the Internet Pavilion of The 54th International Art Exhibition of the Venice Biennale, he imagined creating a larger artwork outside this pavilion that addressed one of the most pressing issues in the world today—the United States Debt Crisis.

In what will undoubtedly become the most-surprising and talked-about provocation of this year’s Biennial, Williams’s “FOR SALE BY ARTIST” is an unusual, thought-provoking attempt to unilaterally sell the US Pavilion at the Venice Biennial to help diminish the US Debt.

The pavilion was originally built in 1930 and is currently owned by the Solomon R. Guggenheim Foundation. All proceeds from the sale (less the standard 6% commission fee) of the pavilion will be paid directly to the United States Treasury to service the United States Public Debt — a measure of the obligations of the United States Federal Government — which as of May 6, 2011, the Total Public Debt Outstanding of the United States of America was $14.32 trillion.

No Guggenheim official would publicly comment on the action, however one was captured on tape muttering, “LG is …”.

“I know its not selling for much, and some people will laugh,” says Williams, who describes this clandestine action as a reality-check artwork which “brings much needed attention and scrutiny to the US Debt.” Speaking with his usual panache and flair for paradox, he continued, “Some will think this is stupid. Others will insist that this is brilliant. I don’t care. I just want to bring down the debt.”

But no doubt many suave art collectors and astute patrons who stand before the pavilion and see the “For Sale By Artist” sign during the event, will want to know, “Where can I buy a limited-edition brochure for my art collection?”

“From the Gloria Maria Gallery, in Milan” says the artist unabashedly grinning from ear to ear.

This is an unusual project in many ways but this isn’t the first mega art project this artist has brought to the international art world and global financial community.

In 2007-09, Williams created a work of self-proclaimed “House Art,” a site-specific artwork, located in Happy Valley, Hawaii, a remote rainforest in Maui. While remaining determinedly focused on issues Williams defined as vital to our time and sculpture in particular, Williams devised a visual prophecy, an epicenter, another precedent setting artwork which radically examined the local and global influence of “self- interest.” HWTBFO, as it became known, was the definitive artwork of the Subprime Mortgage Crisis, which started in the USA in fall of 2006 and became the global financial crisis we are faced with today.

“LG is driven with a keen interest in cardiology, black holes and making money for the poor (namely himself),” says Richard Reisman, who tried to acquire several works by him for the Museum of Modern Art in New York when he was a San Francisco art curator. “Artists give us beautiful things to look at, like amazingly tiny intricate things, but they can also raise huge questions that allow us to rethink hermeneutics or cultural identity art.”

The curator describes Williams as a “prophetic artwork made to make art,” perhaps most comfortable with surfing but also comfortable prompting scandalous headlines, angry manifestos, tyrannical press releases, and making esoteric artist books, photographs of scantily clad sunbathers, pornographic sculptures and architectural installations which beg for more.

In any case, Williams revels in questions raised by artworks appearing in continental, if not spectacular art settings. “Nothing says this piece couldn’t have happened at the, Pompidou, Stedelijk, or the MoMA but this is the fucking Venice Biennial,” he says. “My artwork now sits atop the art world at the intersection of every discipline imaginable: visual art, poetry, architecture, tourism, ecology, philately, history and implicit financial doom.”

“But in the end, it will really be interesting to see how people react when I deposit the commission check I hope to receive for the sale of the pavilion.”

# # # # #

For more information about or purchases from “FOR SALE BY ARTIST” please contact Noemi Letizia at info@forsalebyartist.net or visit www.forsalebyartist.net. The 54th International Art Exhibition of the Venice Biennale runs from June 4th to November 27th, 2011.

Copyright © 1998-2011 LG WILLIAMS and The Estate of LG WILLIAMS http://www.lgwilliams.com
.

2011 COMUNICATO STAMPA – PER IL RILASCIO IMMEDIATO

L’artista Americano tenta di vendere Il Padiglione Americano della Biennale di Venezia per pagare il Debito Pubblico U.S.A.

Da Noemi Letizia, co-autore

Milano-Nel corso degli ultimi 3 anni l’artista LG Williams, basato a Honololu, ha cercato di finanziarsi da se vendendo veri e proprio patrimoni.

Nel momento in cui è stato invitato a prender parte al Padiglione Internet in occasione della 54esima Edizione della Biennale di Venezia, ha pensato di creare, proprio fuori dal Padiglione, un enorme progetto indirizzato a una delle questioni internazionali più pressanti del momento – la crisi economica statunitense.

Il suo progetto diventerà, senza dubbio, il più sorprendente e discusso evento delle ultime Edizioni della Biennale.

For Sale by Artist è un modo inusuale, attraverso il provocatorio tentativo di mettere in vendita il Padiglione USA alla Biennale di Venezia, di diminuire il debito pubblico statunitense.

Il Padiglione Usa è stato originariamente istituito nel 1930 e, attualmente, appartiene alla Fondazione Guggenheim.

Il ricavato della vendita (escluso il classico 6% di spese di commissione) del Padiglione verrà direttamente pagato alla Tesoreria degli Stati Uniti e servirà per risanare il Debito Pubblico Statunitense – una questione che rientra nei doveri del Governo Federale degli Stati Uniti – che al 6 maggio 2011 era pari a 14.32 trilioni di dollari.

Nessun membro ufficiale della Fondazione Guggenheim ha commentato pubblicamente l’azione, si è solamanente riusciti a recuperare alcuni mormorii registrati su di una cassetta “LG è…”

“So che non lo si sta vendendo per molto e sono certo che molti rideranno di questo” commenta LG Williams, che descrive quest’azione clandestina come un reality – assicura un lavoro artistico che “porta molta necessaria attenzione e che funge da strumento di sorveglianza del Debito Statunitense”.

Parlandone, quasi paradossalmente, con la sua usuale eleganza e il suo stile, continua “Molti penseranno che sia un gesto stupido. Altri che sia un’azione brillante. Non mi importa. Voglio solo diminuire il debito.”

Non c’è dubbio che molti potenti collezionisti d’arte e astuti avventori che arrivati davanti al padiglione leggeranno il cartello For Sale By Artist vorranno conoscere “Dove posso comprare l’edizione limitata di questa brochure per la mia collezione d’arte?”

“Presso Gloria Maria Gallery a Milano” risponderà, allora, l’artista in modo disinvolto sorridendo apertamente.

Questo è un progetto non comune per molti ragioni, ma non è certo il primo mega progetto che questo artista ha presentato al mondo dell’arte e alla comunità finanziaria mondiale.
Nel 2007-09, LG Williams ha realizzato un progetto chiamato da lui stesso House Art, un lavoro realizzato specificatamente per un certo luogo, ovvero la Happy Valley, Hawaii, situata nella foresta pluviale in Manui.

Rimanendo determinato e attento alle grandi questioni LG Williams ha definito vitale per il nostro tempo e per la scultura in particolar modo, ha concepito una profezia visuale, un epricentro, un altro precedente progetto che esamina in modo radicale l’influenza locale e globale “dell’interesse personale”.

HWTBFO, come è piu comunemente stato conosciuto, è stato il lavoro definitivo dedicato alla crisi del Mutuo e delle Ipoteche, cominciata negli Usa nell’inverno del 2006 e diventata l’attuale crisi finanzia che ci troviamo ad affrontare.

“LG è spinto da un acuto interesse per la cardiologia, i buchi neri e il recuperare del danaro per i poveri (lui stesso incluso)” dice Richard Reisman che ha cercato di acquistare diversi lavori dell’artista ospitati dal Museum of Modern Art di New York quando, ancora, era curatore a San Francisco “Gli artisti ci danno a vedere belle cose, come per esempio oggetti pazzescamente minuscoli ed intricati, ma possono anche sollevare enormi questioni che ci permettono di ripensare alle ermeneutiche e alle identità culturali dell’arte”.

Il curatore descrive LG Williams come “un profetico progetto d’arte fatto per fare arte”, forse molto piu rassicurante con il surf ma anche adatto a suggerimenti scandalosi per i titoli delle prime pagine, furiosi manifesti, tirannici comunicati stampa, per realizzare libri per artisti attratti dall’esoterico, fotografi appassionati di soggetti sdraiati al sole in costumi e succinti e aderenti, sculture pornografiche e installazioni architettoniche che chiedono di più.

Ad ogni modo, LG Williams, prova piacere nel sollevare questioni attraverso i suoi lavori che appaiono su scala mondiale o, ancora, in scenari spettacolari e artistici.
“Nulla vieta che quest’opera non sia stata creata al Pompidou, allo Stedelijk o al MOMA ma questa è la fottuta Biennale di Venezia” dice ”I miei lavori ora siedono ai piani alti del mondo dell’arte in uno spazio di intersezione tra ogni disciplina immaginabile: arte visuale, poesia, architettura, turismo, ecologia, storia e filatela e l’implicito disastro finanziario.”

“Alla fine sarà davvero interessante vedere come le persone reagiranno quando depositerò l’assegno della commissione che spero di ricevere dalla vendita del Padiglione.”

# # # # #

Visita il sito: www.forsalebyartist.net

Sonia Magliari | Press Office | pr@gloriamariagallery.com
GLORIA MARIA GALLERY Via Watt 32 – 20143 Milan
Cell +39 339 8487481 | www.gloriamariagallery.com
.

American Artist LG Williams Attempts To Sell U.S. Venice Biennale Pavilion To Pay U.S. Debt

LG Williams For Sale By Artist  2011

LG Williams / Estate Of LG Williams, FOR SALE BY ARTIST, 2011
Installation View: United States Pavilion at The 54th International Art Exhibition of the Venice Biennale
Photograph Copyright © 2011 LG Williams and The Estate of LG Williams. All Rights Reserved.
.